Senza categoria

Bufala o Realtà??

 
 
Buongiorno ragazzi,
Come avrete notato da un bel pò stanno vagando su internet delle e-mail che parlano di un argomento scottante,
ovvero che in Tailandia mangiano i feti dei bambini…
 
L’e-mail è QUESTA!
 
 
Ora… Siccome io ODIO le catene di e-mail, visto che ne ricevo a centinaia e mi intasano il PC
cerco di spiegarvi che anche questo tipo di e-mail è una vera e propria cazzata.. (così magari smetteremo di farle circolare inutilmente)
 
 
1) Allora, a prima occhiata i più attenti avranno notato che il testo spagnolo dice che a Taiwan i bambini e i feti umani si possono comprare da 50$ a 70$ ecc…
 
 
 
Mentre la versione italiana dice che si comprano i Tailandia….
 
 
(Coincidenza che la Cina ospiterà le prossime Olimpiadi? Mmmh…. Ho dei dubbi…)
 
 
 
 
2) Seconda cosa la scrittura in vetrina sono ideogrammi semplificati usati in Cina, e non tradizionali, usati a Taiwan
 
 
3) Quello che si vede nelle foto sicuramente non si tratta di un negozio, visto che la vetrina cita: "Mostra d’Arte"…
 
 
4) Gli ideogrammi sui vasetti, invece, sono quelli tradizionali, che sono usati a Hong Kong e Taiwan ma non in Cina.
 
Ma cosa c’è scritto sui vasetti? La scritta sui vasetti è composta da due caratteri: Nao(3)jiang(1) (il numero indica il tono della sillaba). Il significato è ‘cervelli‘". Le scritta grande (in caratteri gialli) significa "Pâté di cervello", mentre i caratteri rossi nel triangolo giallo dicono "Vietato mangiare".
 
Secondo una segnalazione di un sito francese, la scritta significa "cervello di maiale".Il dettaglio più importante è appunto che si tratta di vasetti presentati nell’ambito di una "mostra d’arte", non in un negozio. Di conseguenza, non c’è alcuna garanzia che il contenuto corrisponda all’etichetta. E’ assai probabile che le etichette siano semplicemente state realizzate appositamente per creare una provocatoria esibizione pseudoartistica.
 
Quello raffigurato, insomma, non è un prodotto normalmente in vendita: è una messinscena.
 
 
 
 
Il Cervello Affettato
 
Il signore che affetta il cervello nella foto successiva è lo stesso che verrà mostrato nelle immagini più crude che seguono, ma quello che sta affettando non è un cervello di neonato, per il semplice fatto che è di gran lunga troppo grande. Potrebbe anche essere un cervello umano prelevato da un adulto, cosa perfettamente fattibile per ricerca medica anche in Occidente, oppure un cervello di un animale.
 
 
Un medico di Torino, premette di non essere "uno specialista in medicina legale o in anatomopatologia" ma comunque afferma che "ahimè, quel cervello è un cervello umano (troppe circonvoluzioni e troppo grosso per essere anche solo il cervello di un primate)."In ogni caso, affettare un cervello, anche se umano, non dimostra in alcun modo né il cannibalismo né la presunta abitudine taiwanese di offrire carne umana al ristorante.
 
 
 
Il bambino mangiato
 
La chiave del mistero sta nelle ultime tre foto, perché sono le più controverse ma anche le più identificabili. Il signore ritratto nelle tre immagini di apparente cannibalismo è infatti l’artista cinese Zhu Yu, che ha creato questa rappresentazione di "arte concettuale" (perlomeno così la definisce lui) intitolata "Eating People" ("Gente che mangia", ma anche "Mangiare la gente") a un festival d’arte a Shanghai nel 2000. 
 
 
Le altre foto farebbero parte di altre sue "opere" dello stesso genere, intitolate "Man Eater" ("Mangiatore di uomini") e "Canned Human Brains" ("Cervelli umani in scatola").Sappiamo insomma esattamente chi è la persona raffigurata nell’atto di mangiare (almeno in apparenza) un bambino. E’ uno di quegli artisti d’avanguardia disposti a fare qualsiasi cosa pur di scioccare il pubblico e farsi pubblicità. Un tipo poco affidabile, insomma, che potrebbe aver realizzato le foto creando il corpo del "bambino" per esempio con una bambola di plastica (per la testa), delle ali di pollo (per braccia e gambe) e un’anatra arrosto (per simulare il tronco), in modo da non commettere reati.Potrebbe anche trattarsi di parti di una scimmia, alle quali è stata aggiunta una testa di bambola. Tuttavia non è purtroppo possibile escludere che l’"artista" si sia procurato un feto abortito o un neonato morto e l’abbia effettivamente mangiato.
 
Anche qui, l’occhio esperto di un anatomopatologo potrebbe chiarire il dubbio.A questo proposito, lo stesso medico di Torino citato prima afferma che "credo proprio che quel feto (può anche essere un neonato, mi pare piuttosto sviluppato) possa essere in realtà un ‘costrutto’ di anatra e bambole…"
 
 
 
Finisco l’articolo affermando che prima di aiutare l’aumento di stupide catene nella rete, sarebbe meglio PRIMA informarsi e POI pensare a fare qualcos’altro…
 
Ciao a tutti, commentate pure!
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Annunci

6 thoughts on “Bufala o Realtà??”

  1. mamma mia assurdo…mi vergogno di stare a questo mondo se penso ke c\’è gente ke spettacolarizza queste cose..oppure ke fa passare cose per quello ke non sono solo per scioccare la gente e fare scandalo.. ke skifo …KE SKIFO!non c\’è ritegno, non c\’è piu nulla..è vergognoso! li manderei tutti al reclusorio sai!

  2. Qnd ho visto la catena x la prima volta sn rimasta scioccata…x vari motivi…apparte ke le immagini fanno veramente skifo…ma poi se alla fine è una cazzata ki l\’ha inventata è veramente fuori di testa…Grande Nico!!!!!!!!!!!!!!!!!!hai fatto bene a scrivere tt qst…Sono d\’accordo cn te!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Ciao raga…

  3. Appena ho letto la prima parte dell\’e-mail mi sono schifato e l\’ho chiusa subito. Poi mi sono reso conto che è LETTERALMENTE IMPOSSIBILE che possa essere una cosa vera. Grazie Nico per avermi levato tutti i sospetti (di sicuro non riapro l\’e-mail per confermare la tua tesi)

  4. Però nonostante tutte queste obiezioni…Dì la verità che ci credi ancora che lì, inculoarmondo, mangiano i bimbi morti! xDDDSe se… Se\’ondo me te e Simo [quel bolscevico] state organizzando una spedizione con la copertura dell\’Olimpiadi per andà a fà manbassa di scatolette…O Nicolaaaas! Leggi meno segate viaaa!massiporsentì… Cerca di venì a gioà vai! Invece di dà bu\’a fisso!

  5. Io non ci credevo dall\’inizio a queste minchiate (a differenza di un certo Colombi…)
     
    Per questo ho fatto questo articolo per far capire a tutti i creduloni come te che il 99% delle catene di e-mail sono CAZZATE!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...