Andrea Dipre è un Eroe. Voi non capite.

Andrea Dipre è un Eroe. Voi non capite.

Lui rappresenta l’archetipo del fallito, ma in quanto tale, in quanto l’antonomasia da valore, lui è una star, un simbolo, una prosopopea del cattivo drogato che pensa solo ai soldi e al lusso e si gode la vita in barba alle regole della società e della formalità. Ma avete visto soprattutto chi commenta la sua pagina? Gente frustrata e fallita, che non ha niente di meglio da fare che sputare la loro frustrazione su un finto(?)fallito come Diprè. La verità è che queste persone hanno bisogno di Diprè, perché le fa sentire migliori. Alla gente non piace essere l’ultima ruota del carro, quindi qui entra in gioco Diprè, che con il suo essere così ovviamente e palesemente trash fa stare meglio tutti gli insicuri e delusi del proprio percorso di vita. Diprè invece non lo è. Dal suo passato da religioso bigotto uomo di chiesa ha scoperto un mondo peccaminoso di droghe e sesso. Youtube gli ha permesso di fare soldi grazie alle visualizzazioni di video patetici quanto geniali nella loro stupidità, come quello dove sembra pippare cocaina da un cadavere. Diprè è stato accusato anche dal web di sfruttare i “mostri” e i “casi umani”, come Giuseppe Simone, 40enne di Casarano fissato con le donne e il loro organo genitale, e Enrico Pasquale Pratticò “Vapp a Vign”, un giovane ragazzo di campagna. Alcuni affermano che Diprè abbia illuso persone come quest’ultima (e le loro rispettive famiglie) di poter fare successo. Come non citare però personaggi resi immortali nell’immaginario collettivo come Osvaldo Paniccia, diventando un’icona delle più amate e condivise dai giovani internettiani amanti del trash. Diprè ha saputo fare del trash una forma d’arte. Lui parla di dipreismo come una religione e uno stile di vita, quel che certo è che è diventato indubbiamente uno stile culturale, lo stile forse più basso e consumistico possibile mai raggiunto dall’uomo, ma comunque una corrente a sé ed estrema e individuabile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...