Dear World, Renzi doesn’t speak in my name

Dear world,

I got very sad when I saw people on the internet condemning Italy because of the deplorable words of the Italian Prime Minister Matteo Renzi during his visit to Israel. I believe I‘m writing in the name of many Italians by saying that most of us don’t recognize ourselves at all in the words of a President that we didn’t democratically elect, but who has been imposed to this country by a financial lobby.

Unfortunately, Italy has big communication problems, we are indeed ranked 73rd in the freedom of press worldwide, and our press is clearly lined up with the colonialist Zionism of Israel. They of course report as heroic every little action of our Premier. Italy has also the sad pride of being the greatest weapon-supplier of Israel in the EU, but this also can’t be ascribed to the Italians.

In real life most of the Italian population despises both Renzi and the Israeli colonialist policies in Palestine. As a matter of fact, you can see here many associations such as “BDS Italy” and “Freedom Flotilla Italia”, and activists like Samantha Comizzoli and the most famous departed hero Vittorio Arrigoni, aka “Vik, striving for justice in Israel/Palestine.

In addition, we are also proud of veteran reporter Paolo Barnard, who has always informed us with an incomparable zeal about the Israeli crimes, and written ”Why they hate us”, the book that I reckon is the most complete European essay on this topic.

So we apologize if anyone wanted to show this tremendous picture of our population, but unfortunately the ‘European cradle of culture is not able to get rid of its disgraced leaders, and in the case of the unelected and autocratic Mr Renzi I would use the word ‘dictator’… Perhaps it is only a matter of time

Goodbye World, hoping for a free Palestine, in the name of the Principles of Freedom of Self Determination for the peoples of the world, enshrined in our own Constitution.

Nicolas Micheletti,
an italian blogger.


Caro Mondo,

Mi ha molto rattristato vedere ovunque su internet persone che hanno condannato l’Italia a causa delle parole deplorevoli del Premier Matteo Renzi. Credo di scrivere a nome di tantissimi italiani nel dire che siamo in tanti a non riconoscerci minimamente nelle parole di un Presidente che non abbiamo democraticamente eletto, ma che ci è stato imposto dalle lobby finanziarie.

L’Italia, ahimé, ha gravi problemi di informazione, siamo infatti al 73esimo posto nella classifica della libertà di stampa, e i media sono palesemente schierati con il sionismo colonialista di Israele e acclamano ogni piccolo gesto del nostro Premier come eroico. L’Italia ha anche il triste vanto di essere il maggior armatore bellico di Israele, ma anche questo non può essere imputato agli italiani.

In realtà il popolo italiano disprezza sia Renzi, che già ci ha fatto vergognare globalmente per il suo pessimo inglese nelle conferenze pubbliche, sia la politica colonialista israeliana. A testimonio di ciò si possono vedere tantissime associazioni come “BDS Italy” e “Freedom Flotilla Italia”, e attivisti come Samantha Comizzoli e il più famoso eroe dipartito Vittorio Arrigoni detto “Vik”, lottare per la giustizia in Israele/Palestina.

Inoltre possiamo avere anche il vanto di esporre il giornalista Paolo Barnard che ha sempre informato con uno zelo ineguagliabile il popolo italiano sui crimini di Israele, e scritto quello che io ritengo il libro europeo più completo sull’argomento, ovvero “Perché ci odiano”.

Perciò ci scusiamo se qualcuno ha voluto dare questa immagine spaventosa del nostro popolo, ma purtroppo la “Culla della cultura europea” non è in grado di sbarazzarsi dei suoi leader caduti in disgrazia, e nel caso del non eletto e autocratico signor Renzi vorrei usare la parola ‘dittatore’ … Forse è solo una questione di tempo …

Ti saluto Mondo, sperando in una Palestina libera, nel nome dei Principi di Libertà di Autodeterminazione dei popoli del pianeta, sanciti nella nostra Costituzione.

Nicolas Micheletti,
Un blogger italiano.

download

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...