I 7 PECCATI CAPITALI DEL POTERE

I mali suggeriti e imposti da questa società malata a cui non dovete cedere se volete vincere. Solo unendovi alla luce potete combattere le tenebre, solo con la bontà potete sconfiggere la malvagità.

Ho cercato di individuare i principali strumenti con cui il Potere ci fotte, e dividerli nei peccati capitali, non per la mia vicinanza alla religione cattolica, che in realtà costituisce uno dei nemici della pace e della verità, bensì per agganciarmi a quella che ritengo un analisi sociologica antica che in solo 7 punti riesce ad elencare perfettamente i mali dell’uomo e, quindi, della società più malata creabile: la società neoliberista.

1 – SUPERBIA: DARWINISMO SOCIALE

Radicata convinzione della propria superiorità, reale o presunta, che si traduce in atteggiamento di altezzoso distacco o anche di ostentato disprezzo verso gli altri, e di disprezzo di norme, leggi, rispetto altrui.

La superbia si manifesta in due modi: l’anticomplottismo e il darwinismo sociale.

ANTICOMPLOTTISMO

L’anticomplottismo e lo scetticismo sono due cose molto diverse, una con un accezione negativa, l’altra positiva.

Lo scettico (critical thinker) è chiunque posto di fronte a teorie non convincenti le osserva e analizza col fine di capire se possiedono del vero oppure no.

L’anticomplottista (conventionalist) invece è un conformista, dotato di innata superbia, mista ad un senso di insicurezza individuale, sfrutta ciò che lui ritene “ingenuità” del prossimo come argomentazione fondante delle proprie analisi critiche. Pensa che la realtà sia solo quella che ha capito lui, perciò quando una cosa non l’ha mai vista né sentita, anziché di porsi qualche domanda, inizia a confutarla a priori.

Il miglior modo per distruggere una qualsiasi forma di argomentazione è attraverso una strategia ad hominem, ovvero, si crea un sostantivo negativo e incontrastabile, come “razzista”, “omofobo”, “fascista”, etc. Una qualsiasi argomentazione logica e motivata può essere annichilita in un istante di fronte agli occhi del popolo gregge quando qualcuno la controbatte con un sostantivo negativo. Il Potere questo lo sa bene e lo ha sempre fatto.

Nel 1967 la CIA ha diffuso il termine “complottista” (Cospiracy Theorist) per attaccare chiunque osasse mettere in dubbio la narrativa “ufficiale”. Quindi chi usa il termine “complottista” (o le varianti, come “complottaro”, “gobloddo”, etc… sta facendo un favore al Potere, e non lo sa).

“I liberali odiano il bullismo, ma non sono contrari a esso, quando usano a caso parole “intollerante” e “razzista” scoraggiano la gente a partecipare al dibattito. E se fai questo non puoi indossare la maglietta “Je suis Charlie”.  Dovresti indossare la maglietta “Je suis part of the problem.” (Bill Maher)

DARWINISMO SOCIALE

http://www.abovetopsecret.com/forum/thread1056979/pg1

http://projectunspeakable.com/conspiracy-theory-invention-of-cia/

http://www.linkiesta.it/complottismo-intervista-attivissimo

http://www.conflittiestrategie.it/lanticomplottismo-dei-complottisti

http://paolofranceschetti.blogspot.it/2009/01/complottismo-e-anticomplottismo-icke.html

2 – AVARIZIA: TESAURIZZAZIONE

Cupidigia, avidità, scarsa disponibilità a spendere e a donare ciò che si possiede.

L’ignoranza economica è uno dei mezzi più potenti con cui il Potere vince. L’avarizia agisce in due modi.

3 – LUSSURIA: NEOFEMMINISMO e PINKWASHING

Incontrollata sensualità, irrefrenabile desiderio del piacere sessuale fine a sé stesso, concupiscenza, carnalità.

L’artista Lorenzo Cherubini, in arte “Jovanotti”, nel suo “Elogio alla Società Neoliberista” all’Università di Firenze ha confessato che il Potere utilizza vari canali per modificare il modo di pensare delle masse, e uno di questi è il mondo femminista.

C’erano premi Nobel, CEO di grandissime multinazionali farmacautiche, tecnologiche, attivisti per i diritti umani, femministe, skater, serfisti, il Capo della Banca Mondiale.

Il femminismo moderno infatti, che preferisco chiamare neofemminismo (per distinguerlo dal vero femminismo), è stato completamente assorbito dalla strumentalizzazione neoliberista delle élite, e ha

Il femminismo è molto peggio del maschilismo, perché non è un semplice vizio, ma un’ideologia. Quando una femminista parla delle femministe dice “noi”, perché pensa di parlare a nome di tutte le donne. Un maschilista non ha questa presunzione, non ha la presunzione di parlare a nome di tutti gli uomini. Non mette una barriera contro qualcuno.

La rivista British Medical Journal ha pubblicato come scherzo un articolo falso che sosteveva usando paroloni scientifici di aver dimostrato gli uomini sono idioti.  Viviamo nell’epoca della misandria e del femminismo: alcuni giornalisti e giornaliste sono stati così idioti da crederlo vero e scriverci articoli:

eccetera (alcuni si sono corretti in un secondo momento).  Se il falso articolo avesse sostenuto che “i neri sono idioti” questi “giornalisti” ci avrebbero pensato due volte prima di cascarci come polli?

4 INVIDIA: CONSIPICOUS CONSUMPTION e CONSUMISMO

5 – GOLA: SPECISMO e ANTIVEGAN

Meglio conosciuta come ingordigia, abbandono ed esagerazione nei piaceri della tavola, e non solo.

http://www.ilfioreuomosolidale.org/index.php/component/k2/item/1664-ecco-chi-e-perche-vuole-farci-ammalare-ostacolando-le-cure-naturali-e-l-alimentazione-vegetariana

6 – IRA: DIVIDE ET IMPERA

Desiderio di vendicare violentemente un torto subito.

7 – ACCIDIA: CULTURA DELLA VISIBILITA’ e ESISTENZA COMMERCIALE

Torpore malinconico, inerzia nel vivere e nel compiere opere di bene, pigrizia, indolenza, infingardaggine, svogliatezza, abulia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...