I Vangeli Censurati

Una chiara dimostrazione della censura della Chiesa sui Vangeli si evince dal Vangelo di Tommaso scoperto nel 1948 che continene 144 affermazioni fatte da Gesù (chiamate logia), molte dei quali citate nei vangeli canonici. Molte qui vengono narrate in forma sintetica, e molte altre in forma estesa e più precisa. Importante da notare però è che qui ci sono alcuni detti completamente assenti nei Vangeli canonici, e particolarmente scomodi per la Chiesa attuale, come il logion 12 dove si afferma che il successore di Cristo non è Pietro, ma Giacomo il Giusto, fratello minore di Gesù, e il logion 61 dove addirittura si allude ad una relazione tra Gesù e una donna chiamata Salomè. Riguardo la donna tutt’oggi gli storici non sanno cosa dire, ma riguardo Giacomo abbiamo conferme anche su altri fonti esterne, come Giuseppe Flavio (cfr. Ant. 20.9.1), e che il primato di Giacomo o almeno una autorità pari a quella di Pietro è comunque un tema presente anche negli Atti degli Apostoli, nelle lettere di Paolo, nel vangelo apocrifo degli Ebrei, in San Girolamo (Comm. in Mich. VII, 7) e in Eusebio di Cesarea (Hist. Eccl., II, 3).

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...