Il Senso del Voto

“okok, il M5S è una truffa, me l’hai spiegato per bene e mi trovi d’accordo, hai ragione… ma se non voti loro, CHI VOTI?”

Dopo aver sentito nella mia breve e misera vita almeno un centoventimilioni di volte questa frase, ho deciso di scrivere questo articolo, giusto per spiattellarlo in faccia al prossimo che me la ri-farà. (odio ripetermi)

 

Il problema, in Italia, e un po’ in tutte le democrazie (?) occidentali, è che la concezione del voto è sbagliata. Ci sono due grossi pensieri che continuano a sussistere tra la gente.

  1.  Se non voti perdi il tuo diritto di voto.
  2. Votare è un diritto ma anche un dovere.

 

1. Questa è una delle più grandi cavolate che possano girare nella mala informazione standard. Non capisco come esistano ancora persone al giorno d’oggi che credono che i diritti siano qualcosa ad uso limitato o temporaneo. [esempi di casi umani]

2. Votare non è assolutamente un dovere. Bensì l’astensionismo è un diritto.

Ma questa ve la spiego meglio.

“NicHolas ma ke kakkio stai dicendo? Ke votare é un dovere lo dice anche la Costituzzione!!!1”

Ok, embè? C’è anche il Pareggio di Bilancio nella Costituzione. Sai cosa vuol dire questo? Inoltre abbiamo l’unica Costituzione al mondo che parla di rapporti tra uno Stato e un altro (In una Democrazia, una Costituzione dovrebbe prevedere solo cose riguardanti lo Stato stesso, non altri Stati. Ripeto: siamo gli unici al Mondo ad avere un’assurdità del genere, tra l’altro rimasuglio di un dittatura).

Questo discorso giusto per spiegarvi che se lo dice la Costituzione, ahimè, non è per forza vero.

Poi scusate, ma se votare fosse veramente un Dovere, come ad esempio pagare le tasse… perché nessuno è mai stato punito in alcun modo per Astensionismo? Ce le iniziamo a fare due domande?

Ma torniamo a noi.

Il Senso del Voto, in una Democrazia, è che se una persona non si sente rappresentata da nessuno semplicemente… non deve votare.

Invece, nelle finte democrazie, si tende a criminalizzare l’astenuto, costringendo la gente a votare anche contro la propria reale volontà, impedendo così l’ingresso in politica a nuove valide alternative. Questo ci obbliga a scegliere i big già esistenti per non buttare via il voto.

Ma questo, come logicamente si può pensare, non può combaciare con la democrazia. Questa strategia del “votiamo il male minore” porterà i Mali, sia minori che maggiori, a mettere radici nel Parlamento, e vietare così l’entrata di nuove valide alternative.

In una Democrazia Rappresentativa il voto va dato se uno si sente davvero rappresentato (sennò perché si chiamerebbe rappresentativa?). Ma se uno non si sente rappresentato da nessuno, la cosa più giusta e democratica da fare è astenersi. Perché l’astensione è un diritto.

“okk ma kosì sei un anarkiko”

No attenzione. Non ho detto che votare è sbagliato. Sto dicendo che votare per ragioni diverse dal “lui mi rappresenta” è assolutamente antidemocratico e disonesto.

“ma allora kome kambiamo le kose?1”

La scelta del partito da votare è irrilevante per cambiare le cose ora, dal momento che tutti i partiti adottano programmi inadeguati se non totalmente in linea con le politiche neoliberiste. I partiti decidono i propri programmi con la finalità di prendere voti dagli elettori, per cui è necessario modificare l’opinione degli elettori, nel nostro caso diffondendo la MMT nei punti cardine dell’opinione pubblica, della quale la politica in senso stretto rappresenta solo la punta dell’iceberg, come università e media.

Quindi ve lo ripeto: finché non vedrete il Programma MEMMT inserito nel Programma di Partito del VOSTRO Partito preferito… NON VOTATELO.

Così si cambiano veramente le cose, spingendo i politici a scendere a compromessi con il popolo. E non il contrario.

So che molte persone arrivati a questo punto dell’articolo continueranno a votare il male minore, perché spaventate dal Male che possa fare un partito come il PD e il PDL. Ma ci tenevo a scrivere lo stesso queste cose.

Volevo spiegare cosa un cittadino onesto dovrebbe fare in una Democrazia. Poi ognuno è libero di fare come vuole.

Concludo lasciandovi il magico Carlin, che su cose come questa era avanti anni luce a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...