Libro di Storia del Futuro

                                                                               

  1. 29-31 maggio 1954: Oosterbeek, Paesi Bassi.
  2. 18-20 marzo 1955: Barbizon, Francia.
  3. 23-25 settembre 1955: Garmisch-Partenkirchen, Germania Ovest.[19]
  4. 11-13 maggio 1956: Fredensborg, Danimarca.[20]
  5. 15-17 febbraio 1957: St Simons IslandGeorgia, USA.
  6. 4-6 ottobre 1957: Fiuggi, Italia.[21]
  7. 13-15 settembre 1958: Buxton, Inghilterra.[22]
  8. 18-20 settembre 1959: Yeşilköy, Turchia.
  9. 28-29 maggio 1960: Bürgenstock, Svizzera.[23]
  10. 21-23 aprile 1961: St Castin, Canada.
  11. 18-20 maggio 1962: Saltsjöbaden, Svezia.
  12. 29-31 maggio 1963: Cannes, Francia.[24]
  13. 20-22 marzo 1964: Williamsburg, Virginia, USA.
  14. 2-4 aprile 1965: Villa d’EsteCernobbio, Italia.
  15. 25-27 marzo 1966: Wiesbaden, Germania Ovest.
  16. 31 marzo-2 aprile 1967: Cambridge, Inghilterra.
  17. 26-28 aprile 1968: Mont-Tremblant, Canada.
  18. 9-11 maggio 1969: Marienlyst, Danimarca.
  19. 17-19 aprile 1970: Bad Ragaz, Svizzera.
  20. 23-25 aprile 1971: WoodstockVermont, USA.
  21. 21-23 aprile 1972: Knokke-Heist, Belgio.
  22. 11-13 maggio 1973: Saltsjöbaden, Svezia.
  23. 19-21 aprile 1974: Megève, Francia.
  24. 25-27 aprile 1975: Çesme, Turchia.
  25. 22-24 aprile 1977: Torquay, Inghilterra.
  26. 21-23 aprile 1978: Princeton, New Jersey, USA.
  27. 27-29 aprile 1979: Baden, Austria.
  28. 18-20 aprile 1980: Aquisgrana, Germania Ovest.[25]
  29. 15-17 maggio 1981: Bürgenstock, Svizzera.
  30. 14-16 maggio 1982: Sandefjord, Norvegia.
  31. 13-15 maggio 1983: Montebello, Canada.
  32. 11-13 maggio 1984: Saltsjöbaden, Svezia.
  33. 10-12 maggio 1985: Rye Brook, New York, USA.
  34. 25-27 aprile 1986: Gleneagles, Scozia.
  35. 24-26 aprile 1987: Villa d’EsteCernobbio, Italia.
  36. 3-5 giugno 1988: Telfs-Buchen, Austria.
  37. 12-14 maggio 1989: La Toja, Spagna.
  38. 11-13 maggio 1990: Glen Cove, New York, USA.
  39. 6-9 giugno 1991: Baden-Baden, Germania.
  40. 21-24 maggio 1992: Evian-les-Bains, Francia.
  41. 22-25 giugno 1993: Atene, Grecia.
  42. 3-5 giugno 1994: Helsinki, Finlandia.
  43. 8-11 giugno 1995: Zurigo, Svizzera.
  44. 30 maggio-1º giugno 1996: Toronto, Canada.
  45. 12-15 giugno 1997: Lake Lanier, Georgia, USA.
  46. 14-17 maggio 1998: TurnberryAyrshire, Scozia.
  47. 3-6 giugno 1999: Sintra, Portogallo.
  48. 1-4 giugno 2000: GenvalBruxelles, Belgio.
  49. 24-27 maggio 2001: Stenungsund, Svezia.
  50. 30 maggio-2 giugno 2002: ChantillyVirginia, USA.
  51. 15 maggio-18 maggio 2003: Versailles, Parigi, Francia.
  52. 3-6 giugno 2004: Stresa, Italia.
  53. 5-8 maggio 2005: Rottach-Egern, Germania.
  54. 8-11 giugno 2006: Ottawa, Canada.
  55. 31 maggio-3 giugno 2007: Istanbul, Turchia.
  56. 5-8 giugno 2008: Chantilly, USA.
  57. 14-16 maggio 2009: Atene, Grecia.
  58. 3-6 giugno 2010: Sitges, Spagna

2011

3 – 12 giugno: Riunione Bilderberg nella quale, come gli eventi dimostreranno, è stata pianificata la parallela caduta dei governi eletti in Italia e Grecia adottando le medesime modalità, nello stesso preciso momento con lo scopo di favorire l’instaurazione di due governi tecnici guidati da uomini provenienti dalle medesime elite finanziarie. (http://www.bilderbergmeetings.org/participants_2011.html).

Insieme a Monti a quella riunione partecipano oltre 100 uomini più potenti del mondo tra cui i presidenti delle due banche d’affari che qualche mese dopo causeranno la speculazione sui mercati italiani e la conseguente impennata dello spread che porterà Monti al governo: il Ceo di Goldman Sachs e di Deutsche Bank.

Deutsche Bank ha inspiegabilmente venduto nei primi sei mesi del 2011 l’88% dei titoli italiani in portafoglio. (http://www.corriere.it/economia/11_luglio_28/prodi-deutsche-bank_02a8aac8-b914-11e0-a8dd-ced22f738d7a.shtml)

Goldman Sachs, invece, già responsabile per aver indotto la crisi sui mercati americani e per questo incriminata (http://www.repubblica.it/economia/2010/04/17/news/rampini_goldman-3407899/ ) ha effettuato a sua volta una massiccia vendita di titoli italiani ed una serie di speculazioni sui nostri mercati ( http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=201111100904011010&chkAgenzie=PMFNW&sez=news&testo=&titolo=CRISI:%20Goldman%20Sachs%20ha%20innescato%20vendite%20Btp%20%28MF%29) ma la cosa più assurda sta nel fatto che con le conseguenze delle sue stesse speculazioni la Goldman Sachs e le lobby finanziarie ad essa collegate sono riuscite a piazzare i loro 4 uomini (tutti ufficialmente uomini Goldman Sachs) in posti chiave.

1 Novembre: Mario Draghi (Goldman Sachs, Trilaterale, Bilderberg) viene scelto come Presidente della Banca Centrale Europea

 3-4 Novembre: La decisione dell’ultimo Bilderberg spiegata sopra viene comunicata ed imposta ai diretti interessati durante la riunione del G20 che si svolge una settimana prima che i due rispettivi Presidenti del Consiglio di Italia e Grecia dessero le dimissioni mai annunciate prima.

11 Novembre: Lucas Papademos (Goldman Sachs, Trilaterale, Bilderberg) viene imposto in Grecia come Presidente del Consiglio tecnico. Era Governatore della Banca di Grecia nel 2001 quando vennero truccati i conti della Grecia con l’aiuto della Goldman Sachs per permetterle l’entrata nell’euro. (http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/26/prestiti-goldman-sachs-dietro-conti-truccati-della-grecia/199893/). Papademos è stato poi scelto in questi mesi nella Commissione per la scandalosa ricapitalizzazione della Banca D’italia forse proprio per la sua specializzazione in questo tipo di operazioni/truffa ma lasciamo stare questo inquietante dettaglio.

16 Novembre: Mario Monti (Goldman Sachs, Trilaterale, Bilderberg) viene scelto da Napolitano come Presidente del Consiglio tecnico in Italia.

La Goldman Sachs ha pubblicamente espresso il suo diktat in quelle settimane con un report che risulta una vera e propria minaccia ai politici italiani per fare in modo che seguissero alla lettera le sue istruzioni: “In caso di un esecutivo di centro-destra sostenuto da una coalizione più ampia, lo spread si attesterebbe 400-450, quindi sempre a livelli pericolosi. Le elezioni anticipate sarebbero invece “lo scenario peggiore per i mercati” e in questo caso Goldman non fa previsioni sullo spread, ma e’ evidente che salirebbe alle stelle.”    

In pratica la soluzione che proponeva era chiara: Nessun governo politico, nessuna elezione democratica ma governo tecnico imposto dalla finanza internazionale.

Il piano originale prevedeva anche Romano Prodi (Goldman Sachs, Trilaterale, Bilderberg) alla Presidenza della Repubblica e questo spiega perchè Monti – come rivelato dal giornalista Alan Friedman – andò ad incontrare proprio Prodi in quei mesi nonostante l’ex Presidente del Consiglio non ricoprisse più incarichi politici.

Questo fu l’unico intoppo di quel piano ben congegnato infatti Romano Prodi fu “impallinato” dai suoi con il voto segreto ed il piano saltò.

Fu a quel punto che i potentati finanziari perdendo il loro punto di riferimento in un ruolo chiave come la presidenza della repubblica e non avendo il tempo per riorganizzarsi in quel senso, furono costretti a favorire la riconferma di Napolitano impedendo che un’altra figura da loro indipendente salisse al Quirinale.

A questo punto, dopo aver creato la crisi sui mercati, dopo aver causato l’impennata dello spread dopo aver costretto Berlusconi alle dimissioni e piazzato Monti al governo, non restava altro che dimostrare agli italiani che era arrivato il salvatore della patria in modo da tenerlo in carica il tempo necessario a firmare quei trattati che avrebbero vincolato per sempre l’Italia all’austerity nel silenzio generale ( ed ecco che viene firmato dal binomio Monti /Napolitano il Mes, il fiscal compact e modificata silenziosamente la costituzione per introdurvi la ghigliottina del pareggio di bilancio).

22 dicembre: Per fare questo la BCE di Mario Draghi ha attivato immediatamente dopo la salita al governo di Monti, la long term refinancing operation (LTRO)(http://argomenti.ilsole24ore.com/parolechiave/ltro.html ) dando il via ad una incredibile iniezione di liquidità pari a 1000 miliardi di euro alle banche che però non li distribuiranno nell’economia reale per salvare imprese e famiglie ma acquisteranno unicamente titoli di stato italiani in modo che la discesa repentina dello spread venisse in maniera ingannevole attribuita all’arrivo del professore della Bocconi al governo.

Perché la Bce non ha effettuato quell’iniezione di liquidità un mese prima per salvare un governo eletto democraticamente ? perché non è stata fatta per permettere agli italiani di tornare a votare ?

A tenere alta la tensione ci penseranno poi le agenzie di rating come la Moodys che arriveranno prima a declassare l’Italia ( http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2012-07-13/moddys-declassa-rating-titoli-074033.shtml?uuid=AbtZn66F ) e poi sempre nel caso di Moodys addirittura a prendere pubblicamente posizione sulle prossime elezioni italiane, appoggiando una rielezione di Mario Monti e provando a sbarrare la strada a un ritorno di Silvio Berlusconi.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/12/13/moodys-turbolenze-politiche-hanno-poche-conseguenze-su-affidabilita-italia/444770/

E anche qui nulla è stato lasciato al caso, infatti, qualche imbarazzo susciterà in quelle settimane la notizie che proprio Mario Monti era stato un collaboratore della Moodysdal 2005 al 2009 come sarà costretto ad ammettere lui stesso:http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/1031694/Monti-Moody-s.html.

Nella questione Friedman è stato fatto anche il nome di Corrado Passera che ricordiamo essere un membro ufficiale del Bilderberg e della Commissione Trilaterale ed a questo punto è giusto ricordare che anche il figlio del succitato Carlo de Benedetti ,Rodolfo, ha partecipato più volte alle riunioni del Bilderberg.

  1. 31 maggio-3 giugno 2012: Chantilly, USA.

2012

 Riunione Bilderberg: Enrico Letta è l’unico politico italiano chiamato a sostituire Monti ed in quel periodo i pochi che vennero a saperlo si interrogavano sul motivo di tale scelta da parte dell’alta finanza internazionale dato che Enrico Letta non era ne segretario del suo partito ne candidato alla presidenza del consiglio. Sta di fatto che pochi mesi dopo quella riunione Giorgio Napolitano incaricò proprio Enrico Letta come Presidente del Consiglio al posto di Monti.            

  1. 6-9 giugno 2013: Watford Chandler’s Cross (Hertfordshire), Gran Bretagna.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...