Matrimonio e adozione per Omosessuali: giusto o sbagliato?

In questo articolo provo ad analizzare le argomentazioni maggiormente usate sulla questione se sia giusto o no riconoscere pari diritti agli omosessuali, quali il matrimonio e le adozioni.

– Teoria del pensiero anti-adozioni omosessuali:

Definizione: L’adozione per i gay è sbagliata perché:
a) I testi sacri sono contrari;
b) La scienza è contraria;
c) La società è contraria;
d) La natura è contraria;
e) Io sono contrario;

(torna all’indice)

Analisi:
a) VERO: Ma i testi sacri non sono né prove empiriche né prove scientifiche.

Detto questo, se ciò non vi bastasse (e se siete persone razionali dovrebbe) potete continuare leggendo il seguente sintetico schema, altrimenti potete passare direttamente al punto successivo.

1069258_177625165745156_394614359_n


(torna all’indice)

b) FALSO: La scienza non è contraria.
– L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce l’omosessualità una variante naturale del comportamento umano. [fonte]
– Secondo gli studi dell’American Psychological Association (APA) i figli di genitori gay o lesbiche non sono svantaggiati rispetto a quelli di coppie eteorsessuali. [fonte]
– Non esiste ricerca al mondo che contraddica quanto appurato dall’American Psychoanalytic Association, dall’American Academy of Child and Adolescent Psychiatry e dall’American Academy of Pediatrics in vent’anni di studi longitudinali, e cioè che i genitori omosessuali, dati statistici alla mano, sono competenti esattamente come quelli eterosessuali e che la differenza o meno di sesso nella coppia non pregiudica minimamente lo sviluppo psicologico e psicosessuale dei figli. [fonte]

Per coloro che hanno trovato confusionari i nomi delle associazione americane, ecco cosa dicono gli psicologi italiani:

L’Associazione Italiana di Psicologia ricorda che le affermazioni secondo cui i bambini, per crescere bene, avrebbero bisogno di una madre e di un padre, non trovano riscontro nella ricerca internazionale[…]. Infatti i risultati delle ricerche psicologiche hanno da tempo documentato come il benessere psicosociale dei membri dei gruppi familiari non sia tanto legato alla forma che il gruppo assume, quanto alla qualità dei processi e delle dinamiche relazionali che si attualizzano al suo interno.
In altre parole, non sono né il numero né il genere dei genitori a garantire di per sé le condizioni di sviluppo migliori per i bambini, bensì la loro capacità di assumere questi ruoli e le responsabilità educative che ne derivano. In particolare, la ricerca psicologica ha messo in evidenza che ciò che è importante per il benessere dei bambini è la qualità dell’ambiente familiare che i genitori forniscono loro, indipendentemente dal fatto che essi siano dello stesso sesso.
I bambini hanno bisogno di adulti in grado di garantire loro cura e protezione, insegnare il senso del limite, favorire tanto l’esperienza dell’appartenenza quanto quella dell’autonomia, negoziare conflitti e divergenze, superare incertezze e paure, sviluppare competenze emotive e sociali.” [fonte]

Come spiega la Teoria dell’attaccamento, lo sviluppo affettivo dei bambini non dipende dalla differenza di sesso dei caregiver (cioè di chi l’accudisce) ma dalla capacità del genitore di essere sensibile e responsivo, ovvero di rendersi conto delle esigenze e delle emozioni del bambino e di rispondere ad esse in maniera adeguata. Il bambino identifica questa figura in qualsiasi adulto in grado di rispondere a queste due caratteristiche, non è una peculiarità della donna, né una conseguenza automatica dell’aver partorito.

Sintesi: La scienza dimostra chiaramente che i bambini hanno bisogno di essere amati e di un clima sereno in cui vivere, indipendentemente dai gusti sessuali dei propri genitori, che genitori omosessuali sono tanto adatti e capaci quanto i genitori eterosessuali, e che non vi sono in alcun modo relazioni tra l’orientamento sessuale dei genitori e l’adattamento emozionale, psicosociale e comportamentale del figlio.

(torna all’indice)

c) VERO: Anche questo è vero, il punto però è che la società non ha sempre e indiscutibilmente ragione.

Esempio:
Se viviamo in una società in cui il sacrificio umano agli Dei per far piovere è accettato ciò non la rende automaticamente una cosa giusta.

La scienza ha dimostrato che sacrificare la gente non fa piovere.
Per avanzare verso il progresso bisogna basarci sulla scienza, non su pregiudizi o superstizioni di quello che afferma la società.
Capire questo è fondamentale.

Se è la Società ad essere malata, curare il soggetto sbagliato non fa altro che peggiorare sempre di più le cose.




(torna all’indice)

d) FALSO: La natura non è contraria. L’omosessualità è presente in tutti gli animali.

In natura, per quanto riguarda la riproduzione sessuata (ci sono diversi tipi di riproduzione e quella umana non è nemmeno quella dominante), il modello più diffuso è il maschio inseminatore che insema e sparisce, e i cuccioli cresciuti in gruppi. Inoltre, nuclei omogenitoriali esistono in natura (come tra i maschi di cigno nero e le femmine di gabbiano che si mettono in coppia e usano i maschi come donatori di sperma) e si sono riscontrati anche vere e proprie adozioni da parte di coppie gay di pinguino.

Il concetto di famiglia è un “costrutto sociale”, non un “modello naturale”.
Un costrutto sociale è un invenzione della società. I costrutti sociali sono puramente culturali e per nessun motivo universali (Ad esempio: Esistono società dove la famiglia è poligama o ci si sposa tra fratello e sorella).

151890792.zbfuggzG.MFDC1804

(torna all’indice)

e) VERO: Quello è un problema tuo.
Ciò significa che non hai alcun diritto di imporre obbligatoriamente il tuo pensiero soggettivo alle scelte individuali altrui.

(torna all’indice)

Perché esiste l’omofobia?

PREMESSA: Esistono persone che sono contrarie al matrimonio e all’adozione per i gay e non si considerano omofobe.
In realtà, se tu sei contrario stai indirettamente impedendo che queste cose diventino legali, e che quindi persone homosex abbiano gli stessi diritti di quelle eterosessuali. Questa è omofobia.

L’omofobia è la paura e l’avversione irrazionale nei confronti dell’omosessualità e di persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali (LGBT), basata sul pregiudizio.

Gli esseri umani hanno paura delle cose che non riescono a comprendere.
E’ perfettamente normale che delle persone etero cresiciute in un ambiente completamente eterosessuale abbiano paura o si trovino a disagio davanti all’amore di due persone dello stesso sesso.
Ma ciò non significa che non dobbiamo evolvere verso una società più civile, capace di accettare l’esistenza di persone che abbiano un modo di pensare che non combacia obbligatoriamente con il nostro.

Un’altra forma di omofobia, quella più violenta, viene direttamente da persone con tenenze omosessuali che cercano di rinnegare questo lato di sé e, per invidia di queste persone così libere di poterlo esprimere, sentono un istinto di odio naturale nei loro confronti. [Approfondimento]

Perché un cane morde? Perché ha paura.

Assioma della Malattia:
Prendiamo adesso l’ipotesi che l’omosessualità sia effettivamente una malattia. In tal caso, considerato che:

1 – Non è una malattia trasmissibile.
2 – E’ una malattia innocua: Non crea danni a oggetti o persone esterne.
3 – Crea felicità nelle persone affette perché le porta ad amarsi.
4 – E’ una malattia incurabile.

Arriviamo alla conclusione che non esiste nessun motivo effettivo per cui questa malattia dovrebbe in alcun modo comportare una limitazione di diritti.

Assioma della Trasmissibilità:
Se un bambino cresce in una famiglia gay da adulto diventa gay.
Se un bambino cresce in una famiglia etero da adulto diventa etero.
Tutti i gay sono nati e cresciuti in famiglie etero.
Conclusione: I gay non esistono. (?)

Postulato dell’Adozione:
Cosa succede se non diamo agli omosessuali il diritto di adozione.
a) Alcuni bambini che sarebbero potuti crescere in una famiglia con due genitori crescono da soli in un orfanotrofio (oggi chiamati “casa famiglia”).
b) La coppia omosessuale in questione crea una famiglia arcobaleno, ovvero ricorre alla fecondazione assistita per ottenere un figlio. Questo comporta:

1 – Il bambino che poteva essere adottato cresce da solo in orfanotrofio.
2 – La nascita di un nuovo bambino.

Postulato del Matrimonio:
Cosa succede legalizzando il matriomonio omosessuale.
a) I gay che desiderano sposarsi lo fanno.
b) Migliora la salute e riduce i costi sanitari di tutti.

Uguali-diritti-la-vignetta

Vi invito a confutare questa analisi empirica e scientifica.
Voglio sentirvi dire “No io sono ancora contrario perché…”

Perché?

Annunci

1 thought on “Matrimonio e adozione per Omosessuali: giusto o sbagliato?”

  1. Il Vecchio Testamento (Come qualsiasi patto) ha dei termini che sono stati cambiati nel Nuovo Testamento con la venuta di Cristo. Determinate cose come non mangiare maiale, granchi o non indossare vestiti di cotone e lana sono stati eliminati. Dio non ha nulla in contrario:
    “Perché tu ami tutte le cose esistenti e nulla disprezzi di quel che hai creato; se tu Dio avessi odiato qualcosa, non l’avresti neppure creata” Sapienza 11,24
    Chi non lo accetta è per altri motivi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...