Perché è importante combattere la Religione

Uno studio che dimostra che un’educazione religiosa rende i bambini meno capaci di distinguere tra realtà e finzione. (fonte)

I bambini che sono esposti alla religione hanno difficoltà a distinguere tra realtà e finzione, secondo uno studio pubblicato nel numero di luglio 2014 di “Cognitive Science“.

I ricercatori hanno presentato a bambini di 5/6 anni di scuole pubbliche e parrocchiali tre diversi tipi di storie – religiose, fantastiche e realistiche – nel tentativo di misurare quanto bene si potrebbero identificare nelle narrazioni con elementi impossibili come immaginario.

Lo studio ha trovato che, dei 66 partecipanti, i bambini che andavano in chiesa o sono stati arruolati in una scuola parrocchiale erano significativamente meno capaci rispetto ai bambini secolari per identificare gli elementi soprannaturali, come animali parlanti, dell’immaginario.

Mettendo in relazione eventi religiosi apparentemente impossibili conseguiti attraverso l’intervento divino (per esempio, Gesù trasforma l’acqua in vino) nei i romanzi, i bambini religiosi farebbero più pesantemente affidamento sulla religione per giustificare le loro false categorizzazioni.

“In entrambi gli studi, [i bambini esposti alla religione] erano meno propensi a giudicare i personaggi delle storie fantastiche, come pretendono, e in linea con questo equivoci, hanno fatto più ricorso alla realtà e meno appelli all’impossibilità di come hanno fatto i bambini secolari,”  ha concluso lo studio.

Confutando le ipotesi precedenti, sostenendo che i bambini siano “credenti nati”, gli autori suggeriscono che “l’insegnamento religioso, in particolare l’esposizione a storie di miracoli, porta i bambini ad una ricettività più generico verso l’impossibile, cioè, di una più ampia accettazione che la lattina impossibile succedere a dispetto di relazioni causali ordinarie. “

Secondo i dati Gallup 2013-2014, circa il 83% degli americani segnala un’appartenenza religiosa, e l’86% crede in Dio. Più di un quarto degli americani, il 28%, crede anche la Bibbia è la Parola stessa di Dio e deve essere presa alla lettera, mentre un altro 47% dice che la Bibbia è la parola ispirata di Dio.

http://www.huffingtonpost.com/2014/07/21/children-religion-fact-fiction_n_5607009.html?ncid=fcbklnkushpmg00000063

E’ stato inoltre dimostrato scientificamente che le donne tendono a credere molto di più degli uomini (fonte). Perché?

Perché sono più irrazionali? Forse. Ma forse esiste una spiegazione più pragramtica.

Le donne vivono quasi sempre in una posizione economica svantaggiosa rispetto agli uomini. Ciò significa che se hai meno controllo sulla tua vita, allora credere in un Dio onnipotente che alla fine cancella tutte le ingiustizie è una prospettiva molto allettante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...