Piena Occupazione e Robotica

 

In Italia non se ne parla, ma l’industria della robotica nel mondo sta facendo passi da gigante.

Tra 20 anni moltissimi dei lavori svolti oggi manualmente saranno fatti dai robot, quindi un tema importante da affrontare è come far combaciare l’evoluzione tecnologica con la “piena occupazione”.

Non si può nascondere che il pensiero che i robot possano sostituire il lavoro umano può giustamente allarmare
le persone, infondo “Come si fanno a creare gli elementi per una piena occupazione se il lavoro o manodopera umana viene sostituito dai robot?”

Quello che dobbiamo capire è cosa significa esattamente “piena occupazione”.

“Piena occupazione” vuol dire “tutti hanno un lavoro”, non vuol dire “tutti hanno un lavoro massacrante” o “tutti lavorano molte ore”.

Mi spiego:

In un mondo ideale, la gente potrebbe lavorare 1 ora alla settimana a testa, ed esserci comunque la piena occupazione, che permette alle persone di guadagnare un reddito da spendere grazie a quella singola ora di lavoro alla settimana.

Quindi l’obiettivo di uno Stato Democratico è diminuire le ore lavorative per garantire più tempo libero al popolo. Così infatti hanno fatto nelle Democrazie nordiche dove hanno passato le ore di lavoro da 8 a 6. Questo però dipende da scelte politiche oltre che dalle potenzialità economiche (le potenzialità economiche ci sono e come).

Semplicemente oggi si preferisce far lavorare una persone per due, e tenerne una disoccupata. La cosa non ha senso, ma il neoliberismo funziona così.

Infine faccio notare che la paura che le macchine sostituiscano l’uomo esiste dai tempi della rivoluzione industriale, dove gli operai andavano in fabbrica e spaccavano personalmente i macchinari.

In realtà questa è un’incomprensione dovuta a come deve funzionare la Democrazia. La tecnologia non deve andare a vantaggio solo delle multinazionali e degli imprenditori, ma di tutti.
E’ un compito che spetta alla politica.

Inoltre è da escludere anche l’idea che i robot possano sostituire completamente il lavoro umano. La manutenzione dei robot, ad esempio, è un lavoro che non potrebbe mai mancare. Qualcuno che li aggiusta se si rompono ci dev’essere per forza.

Tutte queste cose però possono essere gestibili grazie ad un controllo politico sulle proprie operazioni monetarie come la MEMMT propone, cosa che al momento l’Italia non ha.

[Fb]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...